Everest

HD
Condividi!
Commenta
   Voto:     

Trama

Qualche volta per scrivere un articolo, per mantenere una promessa, per ispirare i più giovani, per combattere la depressione, per arricchirsi, per accumulare obiettivi, per alimentare il proprio sogno e realizzare quello degli altri si è disposti a tutto, anche a scalare l’Everest. Al confine tra Cina e Nepal, la vetta è la meta di un gruppo eterogeneo che ha deciso di affidarsi a Rob Hall e alla sua società, l’Adventure Consultants, per tentare l’impresa. Rob è sposato con Jan e in attesa di una figlia che sogna di cullare in fondo alla discesa. Ma le cose si complicano presto perché il campo base è affollato da dilettanti e da altre spedizioni commerciali gestite da Scott Fischer, alpinista col vizio dell’alcol. Rob e Scott trovano però ragione e modo di collaborare e… Fonte Trama!

  • gianluca strada

    come solo 6 di voto? ma che dite? vale almeno 8.. per cortesia, un voto dato da chi?

    • pedro

      il voto non è aggiornato … sarebbe un 7,3 su IMDb

      • Controllore

        aggiornato 🙂

      • Felipe

        Ah mi sembrava strano anche a me solo 6 come voto, non sono un critico cinematografico, ma dopo averlo visto a mio parere meritava sicuramente di più 7,3 è sicuramente più appropriato al film, che consiglio molto!

  • Matt Satt

    Bellissimo film, molto reale e nessuna americanata come altri, ottima interpretazione di un fatto realmente accaduto. Qualità audio video ottimale.
    Grazie Staff

  • Martina Chiara

    voto: 8,5. spettacolare nelle scenografie e nelle riprese, bella resa della storia, delle pessime scelte compiute dai capo spedizione, dei rischi corsi dalle spedizioni, di ciò che effettivamente affronti in un 8000.

    ci sono cose che sono state pompate e enfatizzate per il gusto della resa cinematografica (è BASATO su storia vera, non è fedelmente riportata la storia vera su pellicola, quindi posso capirlo – anche se la cricca di alpinisti con cui sono andata in sala non sono molto d’accordo sulla questione…-); esempio lampante è il passaggio sulle scalette sopra i seracchi. Scalette che sfidano le leggi della fisica: come cazz fanno delle scalettine tenute insieme a corda e sputo a reggere il peso di una persona che è in difficoltà e si dimena, insieme a quello della persona che sale per aiutarla? (non ho scalato un 8000 ma ho amici e familiari che ci sono stati sugli 8000 e le storie riportate in alcuni dettagli divergono DECISAMENTE dalla storia qui riportata. e anche loro purtroppo erano parte di spedizioni commerciali). Che dire sull’uso delle ricetrasmittenti.. mi riferiscono amici che sull’everest ci sono saliti, che le ricetrasmittenti dopo una certa, funzionano da schifo. Idem per il satellitare: le comunicazioni con “terra” non sono così limpide come descritte nella pellicola, ma vanno a scatti e gracchi; non capisci una minchia in sostanza di ciò che ti dice chi sta a casa, e viceversa.

    per il resto, tutto abbastanza reso bene. Contentissima del fatto che questo film ti sbatta in faccia l’inettitudine delle spedizioni commerciali e la loro inutilità; che sbatta in faccia il “mors tua vita mea” che vige nel nostro ambiente sopra una certa quota; che ti descriva piuttosto palesemente i sintomi riportati nell’ascesa. molte cose sono riportate per quello che effettivamente sono e la cosa è piaciuta a tutto il gruppo.

    per lo streaming, perfetto, qualità dell’immagine meravigliosa e lo stesso vale per il suono.

    • CamillaSalander

      Mi sapresti dire in cosa non sarebbe fedelmente riportata la storia vera? Perchè io ho letto tutto il leggibile sull’argomento (in particolare sono tre i testi di riferimento, i libri che in seguito all’avvenimento sono stati scritti da Krakauer -il giornalista-, da Beck -quello rimasto a congelarsi ma miracolosamente sopravvissuto- e da Anatoli, letture che consiglio a chi è interessato ad approfondire) e mi sembra che il film sia quasi perfettamente aderente alla realtà, compresa la “telefonata” finale, forse qui un po’ romanzata ma effettivamente avvenuta, le ultime parole di Rob Hall furono proprio quelle. Per il resto nessuno può sapere esattamente cosa sia successo lassù tra lui e Doug, ma la ricostruzione fatta è verosimile. Per quanto riguarda le scalette, non so i tuoi amici/conoscenti alpinisti che sono stati sull’Everest se per caso fossero un po’ distratti… ma se ti vai a cercare su youtube video registrati durante scalate (recenti, grazie alla GoPro ce ne sono diversi) si vedono esattamente le scalette che ci sono nel film.. fatte proprio uguale, anche se in posizioni leggermente diverse.. ma la struttura e “consistenza” delle scale è la medesima… oltretutto riportata anche in tanti altri testi di scalate di ottomila.. quindi non capisco la tua perplessità. Per quanto riguarda le comunicazioni sono d’accordo con te, nel film sembra che siano normali telefonate, quando invece non è così (sempre in video e documentari vari che potete trovare in biblioteca o su youtube si sentono delle “vere” comunicazioni ad alta quota e sono tutte un FRSSHHHH ffhhrrr sssshhh con dentro qualche parola incomprensibile -ma tra di loro evidentemente capiscono il poco che c’è da capire-). Per quanto riguarda il “mors tua vita mea” penso che l’argomento sarebbe potuto essere approfondito meglio e più dettagliatamente, come tutto il resto… il film ha sprecato l’occasione di parlare davvero di queste cose, forse per timore di diventare troppo documentaristico/didascalico.. e ha buttato semplicemente lì una infarinatura generale sui grandi “temi” delle scalate sopra gli 8000… peccato, ma per chi è interessato ci sono altri canali per approfondire. Comunque ciao 😀

      • Martina Chiara

        se ho commesso qualche errore mi scuso.
        hai letto i libri e mi fido del tuo commento.

        attenta però! non ho criticato i fatti riportati: so benissimo anche io che sono veri e che il film li riporta per come sono accaduti. le scene prima dei titoli di coda che pongono il paragone tra pellicola e vita vera le ho viste anche io. la questione era riferita al gonfiare alcune scene (come ho esattamente scritto nel commento) per puro gusto cinematografico. d’altronde non si tratta di un docufilm.
        i miei amici sono stati sugli ottomila qualche decade fa. presumo che le tecniche di ascensione siano cambiate.

        ma vedo che ti sei informata con molta precisione, quindi mi fido di ciò che hai scritto.

  • Claudio Salvaianni

    Film molto bello e realisticamente girato ed interpretato , viene da chiedersi ma chi gli e la fatto fare: l “eterna sfida dell ” uomo con isuoi limiti e le avversita della natura .

  • Monica Rota

    da vedere perchè ti lascia la domanda: perchè chi non è alpinista vuole raggiungere una vetta solo per dirlo agli amici? assurdo! si vede che non si da valore alla vita ma solo ala sppedizione

    • yolo

      è un film…………………………… cmq stesso argomento consiglio into the void… una bomba

  • Luca Trapin

    Ottimo film e ottima qualità sia audio sia video. Però perché i sottotitoli in cinese? se mai un cinese lo guarda in lingua originale con i sottotitoli, ma non in italiano!

  • Antipatico

    E la natura a comandare! Noi possiamo solo adattarci

  • Non entro nel merito della vericidità “tecnica” del narrato, del resto è un film non un documentario, quindi è ovvio che pur partendo da un fatto accaduto, la realtà sia stata romanzata. Tuttavia tutto ruota intorno ai fatti e non si indulge nel superfluo e di ciò va dato atto alla regia. Un’ottima fotografia per un film che insinua molti dubbi sull’opportunità di queste scalate “estreme.

  • Valerio MRG

    Bellissimo film, pensavo di trovarmi un’americanata ma non è stato così. Grazie allo staff di altadefinizione per l’ottima qualità.

  • Federico Artowiros

    regia non all’altezza della sceneggiatura. Con la storia che avevano sarebbe potuto essere un capolavoro, invece è solo un bel film. Voto 7,3 adeguato

  • Alexandro Casu

    Bellissimo

  • kabubi 29

    devo ancora guardarlo

  • GOLDMAYER

    Semplicemente bellissimo. Adoro i film biografici e non ho nulla da eccepire su come il regista ha scelto di affrontare questa storia, d’altronde è un film e non un documentario che riporta fedelmente la realtà. La qualità audio/video eccellente, la fotografia mozzafiato (sarà perché sono influenzato dalla bellezza dell’alta quota), la storia è drammatica, ma questo me lo aspettavo, sarebbe stato un fallimento totale se sarebbero tornati tutti sani e salvi.

  • Gioele

    molto realistico ed entusiasmante

  • Mary

    Si blocca spesso…. 🙁

  • Pietro Canonico

    come si possono togliere i sottotitoli?

"Epico!!! È un'opera d'arte di cinematografia!"
"Molto divertente e carino....lo consiglio...."
"Bill "Re" Murray dovrebbe bastare per dire: okey lo guardo! "
"Equilibrato in ogni sua parte, DiCaprio massiccio come sempr"
"Alla faccia dell'avventura. Film deciso, fluido e ben ambien"